Secondo Hubert Bruls, sindaco di Nijmegen e presidente del Comitato per la sicurezza, i Paesi Bassi non possono evitare di introdurre misure Covid aggiuntive, seguendo l’esempio della Germania. “Il contrasto sarebbe altrimenti troppo grande”, ha detto Bruls al quotidiano De Gelderlander.

Il primo cittadino sottolinea il rischio che se i negozi e i parrucchieri nei Paesi Bassi restassero aperti, i tedeschi attraverserebbero comunque il confine per fare i loro acquisti natalizi; l’Olanda, insomma, potrebbe trovarsi come a marzo con il Belgio. Inoltre, tutti gli sforzi di evitare assembramenti sulle vie dello shopping potrebbero essere vani, dice il sindaco.

Se saranno effettivamente prese misure aggiuntive sarà chiaro solo dopo la riunione del governo, in corso presso la residenza del premier a Catshuis. Il direttore RIVM Jaap van Dissel sarà lì a discutere dell’aumento del numero di contagi.