In base a quanto sostenuto dall’organizzazione OneWorld, il regime dittatoriale eritreo ha in programma una conferenza nei Paesi Bassi. Secondo il portale NOS, il governo de l’Aja avrebbe espresso preoccupazione.

 

Se la notizia fosse confermata, si tratterebbe del raduno europeo dell’ala giovanile del partito unico in Eritrea. Non è ancora chiaro quando e dove si terrà la conferenza, ma secondo l’emittente sarà tra un paio di giorni proprio nei Paesi Bassi. Secondo fonti citate dall’emittente olandese, sarebbero attese circa 650 persone.

OneWorld sospetta che uno dei partecipanti sia il braccio destro del presidente eritreo Isaias Afwerki, dato che è solito presenziare a questi incontri, duranti i quali informa la gente sui modi per servire il loro paese.

Nei Paesi Bassi vivono 20mila eritrei che lo scorso anno rappresentavano il secondo gruppo più numeroso di richiedenti asilo. Secondo le Nazioni Unite, il governo eritreo viola sistematicamente i diritti umani.

Come riportato da NOS, molti parlamentari olandesi sarebbero preoccupati per il rischio di disordini. Alcuni hanno paragonato questa situazione a quella di due settimane fa, quando i ministri turchi volevano fare propaganda nei Paesi Bassi a sostegno del referendum di Erdogan.