Tutto è iniziato con una studentessa di 20 anni, Manon, che ha condiviso sulla sua pagina Facebook il racconto di un’aggressione subita sabato sera insieme al fidanzato, di ritorno da un pub. Quello che la giovane descrive “un uomo bianco, rasato, sulla trentina” avrebbe gridato “negro” all’indirizzo del ragazzo della studentessa. Ad un accenno di reazione, la coppia sarebbe stata circondata da una ventina di persone e picchiata. Il ragazzo ha riportato contusioni mentre la giovane sarebbe stata colpita in pieno viso da un bicchiere lanciato da una donna.

La vicenda è stata confermata dalla polizia che tuttavia, dice l’emittente RTL, non è riuscita ad individuare le persone che hanno compiuto il gesto; un agente in borghese è intervenuto dopo pochi minuti ma la donna e i due uomini che avevano iniziato l’alterco si erano già dati alla fuga. Manon ha pubblicato la foto del profondo taglio sotto l’occhio, provocato dal bicchiere che le è stato infranto sul volto.

Quel gesto senza senso, oltre allo sfregio sul viso le ha causato problemi alla vista con l’occhio sinistro. Il post della ragazza, che spera in questo modo di riuscire ad ottenere informazioni utili a rintracciare gli aggressori, è stato condiviso 20mila volte.