NL

NL

Powned scherza su un adolescente siriano affogato in una piscina di Breda: “ha rovinato la giornata a tutti”. Poi le scuse

Il creatore del programma Powned ha chiesto scusa attraverso i propri canali ufficiali per un articolo che il sito web dell’emittente ha pubblicato nei giorni scorsi: il pezzo in questione riguardava la morte di un teenager siriano accidentalmente annegato in una piscina a Venlo.

L’articolo, in cui è stato scritto che “il giovane rifugiato ha rovinato la festa agli altri partecipanti” è stato postato, inoltre, con la foto del piccolo Alan, il bimbo siriano annegato e ritrovato sulle spiagge di Bodrum nel 2015.

L’articolo ha raccolto numerose critiche così come il programma, conosciuto e rinomato per la sua irriverenza che questa come in altre occasioni è andata però ben oltre, e il blog Geen Stijl collegato a quest’ultimo. Queste le scuse di Dominique Weessie attraverso un tweet pubblicato sul proprio profilo Twitter.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli