Misure senza precedenti per il potere d’acquisto: è stato chiaro da quando il governo ha finalizzato il bilancio poche settimane fa.  Di seguito una panoramica dei piani del governo per il prossimo anno stilata da NOS:

  • Per le famiglie ci sarà un tetto massimo al prezzo per gas ed elettricità: ciò significa che il governo si fara’ carico di una parte della bolletta. Il governo stima lo sconto che una famiglia media riceverà  in un anno a 2280 euro.
  • Il piano si basa su un consumo medio di energia. Ovvero 1200 m3 di gas e 2400 kWh di elettricità all’anno. Il governo sta valutando un tetto di circa 1,50 euro per un metro cubo di gas e 70 centesimi per un kWh di energia elettrica. Per consumi superiori a 1200 m3 e 2400 kWh, le famiglie pagheranno il prezzo pieno. Il governo sta ancora lavorando a un pacchetto per le piccole e medie imprese.
  • L’esecutivo sta stanziando 17,2 miliardi di euro in più (a parte il tetto massimo all’energia) per migliorare il potere d’acquisto. La guerra in Ucraina ha fatto salire i prezzi dell’energia, ma anche i generi alimentari sono diventati molto più costosi. Quindi il salario minimo aumenterà del 10%, il che aumenterà anche i sussidi collegati come l’AOW. Il sussidio per l’affitto aumenterà strutturalmente di un importo di 16,94 euro al mese. Quello per l’assicurazione sanitaria è aumentato di 412 euro.
  • I genitori con figli possono contare su sussidi per bambini più elevati; l’importo per il terzo figlio aumenta e diventa uguale all’importo per il secondo figlio. Inoltre, anche i genitori single possono contare su un bonus, ma non si conoscono ancora gli importi esatti. Gli studenti che vivono fuori sede possono contare su 165 euro in più al mese.
  • L’aliquota della prima fascia per redditi fino a 70.000 euro sarà ridotta di 0,11 punti percentuali.
  • Per contenere il boom della bolletta, nel Budget era stata annunciata una riduzione della tassa sull’energia. Ma questa misura viene eliminata e sostituita dal tetto al prezzo.
  • Rimarrà un supplemento annunciato di 1300 euro per le famiglie a basso reddito. E la riduzione dell’accisa sui carburanti ad aprile sarà prorogata almeno fino a giugno 2023. Da allora abbiamo pagato 17 centesimi in meno per un litro di benzina e 11 centesimi in meno per un litro di gasolio.
  • Parte del conto lo pagheranno le aziende e società come Shell ed Exxon più di altre. La cosiddetta tassa mineraria che pagano per l’estrazione di petrolio e gas aumenterà.
  • Anche i ricchi pagheranno più tasse. L’imposta sul rendimento del capitale aumenterà dal 31% al 34% l’anno prossimo. L’importo su cui non devi pagare l’imposta sulle plusvalenze aumenterà leggermente per risparmiare i cosiddetti piccoli risparmiatori.
  • Il riempimento dell’impianto di stoccaggio del gas a Norg costerà allo Stato olandese 8,5 miliardi di euro quest’anno. E’ quanto emerge dal bilancio del Ministero dell’Economia. Altri 3,5 miliardi sono stati preventivati ​​per il 2023 e il 2024. A causa dell’aumento del prezzo del gas, gli importi sono molto più alti di quanto precedentemente preso in considerazione.
  • I Paesi Bassi stanno stanziando oltre 3,9 miliardi di euro per il sostegno all’Ucraina, tra supporto militare e umanitario, ma l’accoglienza dei rifugiati ucraini è la voce più grande: 2,6 miliardi di euro. Quest’anno sono stati stanziati altri 503 milioni di euro.
  • Oltre 1 miliardo di euro è stato stanziato per l’accoglienza di emergenza dei richiedenti asilo e per l’alloggio e l’integrazione dei titolari di status, fino al 2027
  • Il governo è preoccupato per la “tendenza al calo” del rendimento scolastico nell’istruzione primaria e secondaria. Ci sarà 1 miliardo in più per affrontare la disuguaglianza di opportunità, 1 miliardo per migliorare la qualità dell’istruzione e anche altri 800 milioni per buoni insegnanti, dirigenti scolastici e personale di supporto educativo.
  • Un ulteriore miliardo di euro è stato inoltre stanziato per un migliore compenso per gli studenti che hanno “navevano diritto alla borsa di studio di base”.
  • Il governo destinerà 100 milioni di euro nel 2023 a misure per evitare che i giovani vulnerabili finiscano nel mondo criminale e lo stesso importo è riservato per una lotta più efficace contro le gang che trafficano droga.
  • Inoltre, come annunciato, la spesa per la difesa aumenterà notevolmente. Entro il 2024-2025, altri 5 miliardi di euro all’anno devono raggiungere l’obiettivo della NATO del 2% del prodotto interno lordo (PIL).
  • Nonostante i miliardi di euro che vanno a riparare il potere d’acquisto, il governo continua a investire nel Fondo per il clima per stimolare la produzione di idrogeno sostenibile (145 milioni di euro), eolico offshore (180 milioni) e reti di calore (200 milioni).
  • Nel 2023 saranno inoltre messi a disposizione fondi per misure di contenimento del coronavirus; per questo è stato stanziato un totale di 5,2 miliardi di euro.
  • Lotta alle gang:  investimenti, tra l’altro, nell’individuazione e nel perseguimento dei criminali e nella confisca dei loro beni.
  • I membri della Casa Reale – il re Guglielmo Alessandro, la regina Máxima e la principessa Beatrice – riceveranno circa 450.000 euro in più nel 2023 per il loro reddito, personale e costi materiali: come accade da anni, il loro stipendio è in aumento insieme agli aumenti salariali dei dipendenti pubblici e del vicepresidente del Consiglio di Stato. La principessa Amalia ha indicato che rinuncerà al suo reddito finché sta ancora studiando. La spesa totale nel bilancio ‘De Koning’ aumenterà da 48,2 milioni di quest’anno a 50,1 milioni di euro l’anno prossimo.
  • Al 49,5% del PIL, il debito pubblico rimane ben all’interno degli accordi europei. Ma a lungo termine le cose sembrano meno rosee. A causa dei persistenti disavanzi, il debito pubblico potrebbe superare il limite del 60% 2030.