Yamen, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

L’influencer turca Merve Taşkin è stata arrestata nel suo paese d’origine con l’accusa di aver promosso “sex toys”, dopo aver postato sul suo profilo una foto al Sex Museum di Amsterdam lo scorso gennaio, ha riportato il quotidiano Het Parool.

Taşkin si era recata ad Amsterdam per celebrare il suo ventiduesimo compleanno assieme a due amici, quando ha postato delle foto del suo viaggio in Olanda sul suo profilo Instangram che conta più di 500mila seguaci. Una delle foto scattate ritraeva la visuale dalla strada dell’ Amsterdam Sex Museum, che si trova nel cuore della capitale olandese. A causa di questa immagine, Taşkin è stata accusata di aver promosso materiale volgare e rischia una sentenza di reclusione dai sei mesi ai due anni.

“Ho già rilasciato le mie dichiarazioni alla polizia. Pensavo fosse finita già mesi fa ma sono stata nuovamente arrestata. Questo è successo durante la mia vacanza a Canakkale. Sono stata trattenuta per una notte e ho riferito al procuratore una dichiarazione sul post. Poi mi ha rilasciata.”, Taşskin ha raccontato a Het Parool tramite Whatsapp. “Non voglio andare in prigione”.

“Il post è stato fatto all’estero. Cosa succederebbe ai turco-olandesi se postassero immagini del genere?”, si chiede Nuri, un ragazzo ventitreenne di Amsterdam con origini turche. Lui era stato la guida di Taşkin durante il suo viaggio ad Amsterdam. Taşkin ha dichiarato di aver cancellato diversi tweet e post nello scorso anno e mezzo per paura di ritorsioni nel suo paese.

Un impiegato del Sex Museum ha detto a Het Parool che non era a conoscenza di un simile avvenimento, in cui un visitatore è stato arrestato per fare foto al museo.