+31mag Channels

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Post-Opera: sfumature ed interpretazioni della “voce” a Rotterdam

Fino al 30 giugno in mostra l'intreccio tra voce, corpo e arti allo spazio d'arte contemporanea TENT

Lo spazio di arte contemporanea TENT, il laboratorio V2_Lab e l’Operadagen Rotterdam, hanno unito le forze realizzando un programma di performance dal vivo, un simposio e due mostre. Post-Opera, connessa alle prospettive delle arte visive e la tecnologia, esplora il cambiamento delle relazioni tra il corpo umano e tutto quello che circonda la voce.

La voce umana è fondamentale per comprendere il proprio sé sociale e psichico; essa è inoltre il cuore della nostra identità, come avere il diritto di votare significa avere una voce all’interno della società. Pertanto, la voce è intimamente intrecciata con l’essere “umani”. Tuttavia, non tutti i corpi sono equamente visti come “umani” e autorizzati ad avere una voce; da qui sorge la domanda: quali voci sono riconosciute come tali all’interno di dinamiche di potere sociale e quali sono le possibilità che queste voci vengano ascoltate?

Gli sviluppi tecnologici cambiano anche il modo in cui ci porgiamo verso il corpo umano, la voce e l’identità. Più ci abituiamo a convivere con la tecnologia e a circondarci di voci artificiali, più emergono nuovi quesiti come: in quale modo tali invenzioni senz’anima influenzano il nostro modo di capire cosa costituisce una voce? Come queste voci guadagno ascolto?

Nella lirica la voce è essenziale. Nonostante ciò il corpo nel canto lirico è stato a lungo trascurato e non considerato abbastanza importante nel processo di creazione di significato. L’opera post-drammatica contemporanea si impegna in una relazione reinventata tra corpo e voce, utilizzando la tecnologia per alterare o rompere la perfetta connessione continua tra corpo e voce. Post-Opera utilizza un approccio simile grazie ad una combinazione di nuovi compiti, sia per artisti visivi e compositori, per installazioni e performance live, sia per i cantanti, estendendo le possibilità della voce e dell’utilizzo di strumenti per il canto.

Artisti e compositori partecipanti

Singing Machine” di Martin Riches interpreta un pezzo del compositore Tom Johnson, scritto appositamente per l’occasione. La compositrice Jasna Veličković presenterà il suo strumento, ‘velicon’, per esibire “altre voci” che normalmente sono inudibili all’orecchio umano; lavorando nel settore elettromagnetico, la compositrice ha dato voce agli oggetti nella sua “Opera delle cose”. Franck Leibovici, presenterà una “canzone d’amore” fatta di sospiri, silenzi, bisbigli che rappresentano un esperimento di comunicazione romantica senza parole. La scultura interattiva cinetica di Adam Basanta accompagna gli spettatori in un breve viaggio lirico-cinematografico.

Provate “un momento davvero magico” anche a casa (istruzioni a questo link). Mercedes Azpilicueta e John Bingham-Hall indagano sull’ambiente urbano e puntano in particolare ai contesti architettonici che influenzano come le persone possono o non possono far sentire la loro voce in pubblico.

L’esibizione acustica da solista di Janneke van der Putten continua a sfidare i limiti di canto del corpo umano. s’esplora il processo di essere oggetto. Nel nuovo film di Katarina Zdjelar, si vede una reinterpretazione musicale di “Europe, Where Have You Misplaced Love?”, pezzo della poeta svedese Athena Farrokhzad.

Il lavoro sonoro di Suzanne Walsh “BirdbecomeBird” punta a connettere la voce e la produzione musicale. L’installazione video di Ho Tzu Nyen “coro fantasma”, ambisce a dar voce umana a creature mitologiche e figure dell’immaginario collettivo. Un workshop condotto da Geo Wyeth esplorerà vari modi di espressione vocale, al di là della padronanza e delle convenzioni.

Qui il link per eventi e performance di Post-Opera


31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news, reportage e video inediti in italiano.
Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

Recharge us!