Lunedì pomeriggio, tre uomini sono stati arrestati vicino al complesso del tribunale di alta sicurezza di Schiphol per possesso illegale di armi. Uno dei sospettati portava un’arma da fuoco con sè, ha dichiarato martedì su Facebook il Koninklijke Marechaussee, una forza di polizia parte dell’esercito olandese, responsabile della sicurezza aeroportuale.

I sospettati, un 21enne e un 24enne di Amsterdam e un 28enne di Duivendrecht, sono stati controllati dagli ufficiali di Marechaussee in Duizendbladweg, vicino al complesso giudiziario di Schiphol. Durante la perquisizione dell’uomo di 28 anni, l’ufficiale ha notato che stava nascondendo un oggetto sotto i suoi vestiti, ha dichiarato il Marechaussee. Quando l’ufficiale ha cercato di controllare l’oggetto, l’uomo è scappato. 

Gli ufficiali hanno poi visto l’uomo lanciare l’oggetto, che sembrava un’arma da fuoco, in un fosso mentre tentava di scappare. L’oggetto è stato recuperato con l’aiuto degli investigatori forensi e dei vigili del fuoco di Schiphol. Si trattava proprio di un’arma da fuoco, afferma il Marechaussee.

Tutti e tre gli uomini sono stati arrestati per ulteriori indagini. I due di Amsterdam sono stati rilasciati, mentre il 28enne di Duivendrecht si trova ancora in custodia.