La popolazione carceraria dei Paesi Bassi è drasticamente diminuita tra il 2011 e il 2015; lo dice un rapporto dell’amministrazione penitenziaria citato dal ministro della giustizia che parla di un calo del 27% ovvero di 11mila detenuti in meno.

Diminuisce anche il periodo medio di internamento presso strutture per criminali con disturbi psichiatrici, scendendo a 7,5 anni di media. -55% i minorenni dietro le sbarre e -45% per i giovani tra i 18 e i 22 anni.

La drastica riduzione è da imputare a diverse cause, tra le quali certamente una riduzione dei crimini e la diffusione delle pene alternative. Statisticamente 57 persone ogni 100mila sono in carcere nei Paesi Bassi: solo in Finlandia il numero è più basso. Nel Regno Unito, invece, con la più grande popolazione carceraria d’Europa sono ben 148 su 100mila i cittadini in stato di detenzione.