source pic: kremlin.ru

Il Pubblico Ministero sta indagando sul coinvolgimento di sette compagnie olandesi nella costruzione di un ponte che collega Russia e Crimea. A causa delle sanzioni dell’UE nei confronti della Russia, le società olandesi non potrebbero fare affari con

Il pubblico ministero si è rifiutato di dire quali sono le sette società indagate. Secondo il quotidiano AD, una compagnia di Milsbeek e una società di Dodewaard sarebbero tra queste.

Secondo i giornali, le aziende pensavano di poter aggirare il divieto dell’Unione europea lavorando solo su suolo russo ed evitando la Crimea, parte dell’Ucraina, annessa dalla Russia a marzo 2014.

Le sanzioni UE vietano alle società europee di importare merci dalla Crimea e di investire nella penisola.

Il ponte, che aprirà la prossima settimana, è il primo collegamento diretto tra suolo russo e il territorio annesso.