L’azienda Tidal Bridge di Eindhoven e la società di costruzioni Strukton stanno lavorando ad un ponte tra le isole dell’est Indonesia Flores e Adonara, un progetto che cambierà la vita a mezzo milione di abitanti. Il ponte galleggiante, lungo 800 metri, è dotato di turbine sottostanti che potranno garantire una distribuzione costante di energia elettrica alle isole, riporta ED.nl.
Questa settimana il ponte Tidal ha chiuso un contratto di 200 milioni di euro per la prima fase di costruzione, ha detto il fondatore Eric van den Eijnden; l’accordo è il primo nella cooperazione olandese-indonesiana per quanto riguarda il settore della gestione dell’acqua. Il governo centrale in Indonesia è il cliente. Molte isole dell’ex colonia, tra cui Flores e Adonara, ancora non hanno elettricità.
Van den Eijnden è convinto che l’opera migliorerà la vita delle persone che vivono su queste isole. “Con l’elettricità l’industria della pesca può svilupparsi, ad esempio. Ora non esportano i loro pesci perché non possono raffreddarli”, dice. Flores è un’isola paradisiaca che può attrarre molti turisti.
Il ponte galleggiante è l’alternativa più economica per le turbine della società francese in cui investe Van den Eijnden. Invece di turbine libere che galleggiano su catamarani, la socitetà ha progettato una piattaforma che può raddoppiare come ponte, con le turbine sotto. La struttura di Tidal è stata progettata con Strukton, che ha costruito in precedenza una struttura mobile dotata di turbine di generazione di potenza nell’Oosterschedekering.
La differenza tra questo ponte galleggiante e il ponte precedente di Strukton è che il nuovo può generare più energia. Secondo Van den Eijnden,  sarà in grado di produrre 110 megawatt all’ora, ossia la stessa quantità di energia necessaria per alimentare tutta la città di Eindhoven.