Il mese scorso è stato annunciato che gli agenti di Rotterdam che hanno pubblicato commenti razzisti su una chat di Whatsapp, il cui contenuto è finito in un articolo di NRC, sarebbero stati solo ammoniti, dice NOS.

Questa lieve sanzione ha scatenato una piccola rivolta interna, dice NOS: centinaia di agenti hanno commentato sui social media e nell’intranet della polizia che un fatto così grave meriterebbe una punizione esemplare, sostenuti dal capo della polizia di Amsterdam Frank Paauw. Secondo Paauw, ci sono colleghi che trovano “doloroso” il fatto che non ci sia stata un’azione più decisa contro la discriminazione.

Secondo NRC, agenti esperti scrivono nell’intranet che trovano il rimprovero “vergognoso e disgustoso”. Uno di loro dice di aver sentito commenti razzisti all’interno della polizia per 26 anni e di sperare, ad un certo punto, di poter vedere un cambiamento.

Il capo della polizia di Rotterdam Fred Westerbeke afferma di essere consapevole dell’insoddisfazione per le sanzioni che ha imposto ai suoi ufficiali decise perché i suoi uomini si sarebbero mostrati sinceramente “dispiaciuti” e sarebbero “buoni poliziotti”.