La polizia Olandese ha intercettato messaggi tra criminali grazie all’accesso del server dell’app Ironchat, dove possono leggere i messaggi inviati tra criminali, ha annunciato la polizia martedì pomeriggio. Oltre un centinaio i sospetti identificati e diversi gli arresti, riferisce NU.nl.

“Grazie a questo strumento, la polizia e il Pubblico Ministero hanno colpito i criminali che si sentivano al sicuro dalle autorità”, dice la polizia. Grazie a dei cryptophones, gli hackers pensavano di poter comunicare in modo sicuro attraverso il servizio di messaggi criptati Ironchat ma la polizia è riuscita ad accedere al server e decriptare i messaggi. Durante l’operazione, la polizia ha potuto leggere 258 mila messaggi in tempo reale.

“Questa informazione può portare a risvolti decisivi nelle indagini”, annuncia la polizia. Diversi sospetti sono già in manette. Molteplici ricerche sono state svolte in diverse località del paese. La polizia ha trovato armi automatiche, denaro, droghe leggere e pesanti, e laboratori di ecstasy. Le informazioni ottenute possono essere determinanti per “più di un centinaio di casi”.

Il server dell’app è stato chiuso dalla polizia e i due proprietari, un 46enne di Lingewaard e un 52enne di Boxtel sono stati arrestati con accuse di riciclaggio di denaro e partecipazione a organizzazione criminale.

Inoltre, la polizia si è imbattuta in messaggi dove i criminali organizzavano ritorsioni: “Le chat mostrano che i criminali divulgano informazioni alla polizia per incastrare gli avversari”. La politie ha deciso di intervenire martedì e tre uomini tra i 23-33 anni provenienti da Almelo e Enschede sono stati arrestati.