The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

POLITICA I “Responsabili” salutano il governo: al nuovo senato mancherebbero comunque i numeri. Corsa ad ostacoli della coalizione per il budget 2016



I “Responsabili” olandesi, i cosidetti “constructieve drie” sono D66, SGP e Christian Unie, ovvero una bizzarra convergenza tra bigotti e relativisti radicali, che ha consentito al Rutte II di rimanere in piedi al senato. I piccoli numeri alla Tweede Kamer, infatti, mancano del tutto presso la camera alta e l’intervento di quei tre partiti ha consentito in diverse occasioni, alla coalizione di governo di approvare legislazioni controverse.

Ma la “pacchia” sembra essere finita: il pessimo risultato elettorale per laburisti e liberali alle provinciali di marzo, dove si sceglievano i grandi elettori che a giugno rinnoveranno la camera alta, renderà ininfluente il sostegno dei “Responsabili”, soprattutto per l’approvazione del bilancio 2016. E ora? Se il Christian Unie vincola il suo appoggio ad una decisione forte sulla questione del gas di Groningen, il D66 non chiude la porta, dice il leader Alexander Pechtold, ma aspetta di vedere l’esito del voto di giugno. Prima il nuovo senato, poi un eventuale accordo, che richiederà tuttavia il sostegno anche di altre forze politiche, come l’SP o addirittura il PVV di Wilders, partiti questi che non amano affatto la coalizione in carica.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!