Il presidente dell’associazione degli imprenditori olandesi VNO-NCW, la piú importante del paese, in un’intervista al quotidiano Volkskrant, lancia una crociata contro i sussidi di disoccupazione. Anzi, contro i beneficiari di tali sussidi: “La meta’ dei disoccupati in bijstand e’ composta da parassiti colti e senza alcuna voglia di andare a lavorare” affonda il presidente della Confindustria olandese “togliete loro il sussidio e mandateli a lavorare”  e poi avrebbe proseguito “Che male ci sarebbe a mandare personale qualificato a raccogliere asparagi, sotto il sole con la radio accesa?” E come se non fosse bastato, il capo degli industriali si scaglia contro un accordo sottoscritto dal suo predecessore che prevedeva l’impegno a creare 100mila posti di lavoro per disabili “Io non avrei mai sottoscritto nulla del genere pero’ garantisco di rispettare gli impegni.” anche se dice: non ora, visto che non ci sono posti di lavoro disponibili.

Il presidente VNO-NCW ne ha per tutti, soprattutto per la componente di sinistra del governo “L’incremento dell’IVA è una misura “idiota”: quanti voti ancora vuole perdere il Pvda?” conclude De Boer, considerano i laburisti responsabili del programmato aumento del BTW. E tuona contro il governo: “le tasse vanno ridotte al 35%”.

La risposta della politica non si è fatta attendere: durissimo Lodewijk Asscher, ministro degli affari sociali (Pvda) “La gente chiede aiuto e lui mostra il dito medio”. E si chiede come si possa essere orgogliosi di prendere in giro gente in difficolta’. Anche il premier Mark Rutte ha commentato: “Frasi inopportune e di pessimo gusto“.

 

Intanto il web si è scatenato e #labbekak #hans è topic trend su Twitter