POLITICA Dal ministro degli Interni il “No” sull’aumento dei salari nel settore pubblico

Il ministro degli Interni Ronald Plasterk ha deciso linea dura nei confronti delle proteste sindacali dei dipendenti pubblici che, da inizio estate, attraversano Paesi Bassi. Prima della pausa estiva, infatti, il governo aveva infatti firmato un accordo (aumento del 5% in due anni e 500 euro una tantum) sull’incremento salariale nel settore pubblico, le cui paghe sono ferme da quattro anni.

Ma FNV, il maggiore dei sindacati, non aveva però ratificato l’accordo, minacciando scioperi da parte di conducenti, insegnanti, guardie carcerarie e ufficiali della dogana.

Secondo quanto riportato da NOS, tuttavia, Plasterk avrebbe chiarito che non vi è spazio di trattativa per un aumento dei salari. Una chiusura, quella del governo, che arriva nonostante le proteste della polizia avvenute nel corso delle ultime settimane. E una scelta, quella della coalizione, che potrebbe anticipare un “autunno caldo” per governo e lavoratori.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli