Il re Willem-Alexander e la regina Máxima martedì hanno organizzato un pranzo a Palazzo Noordeinde per i cittadini olandesi che si sono distinti nei rispettivi campi.

Il re e la regina hanno accolto 16 persone. Al pranzo che la coppia reale tradizionalmente ospita due volte all’anno erano rappresentati i settori dell’arte, della cultura, dei media, della scienza, dello sport e degli affari.

Tra gli invitati la professoressa R.M. Letschert, Top Woman of the Year 2019; E. Polman, il miglior giocatore del campionato mondiale di pallamano; M.D. Hoogendoorn, vincitore del premio 100% NL (Singer of the Year) e A.W.A.P. Bouman, detentore del record mondiale di calcolo aritmetico a mente.

La Casa Reale ha spiegato che, grazie al pranzo, il Re e la Regina “vogliono esprimere il loro riconoscimento e apprezzamento per le persone che si sono guadagnati il successo attraverso il proprio merito”.

A causa della pandemia COVID-19 in corso, i partecipanti erano seduti a circa 1,5 metri di distanza e l’evento ha rispettato tutte le linee guida governative e sanitarie.

Un’ospite, l’attrice Hannah Hoekstra, ha voluto fare una dichiarazione importante durante il pranzo. Ha scelto di indossare un maglione nero con su scritto: “Zwart Piet è razzismo”. A proposito della sua maglietta, ha raccontato più tardi: “Continuerò ad indossare questo tipo d’abbigliamento fino a quando non avremo un futuro inclusivo in cui saremo tutti uguali e in cui nessuno nei Paesi Bassi soffrirà più per queste vecchie tradizioni”.

Nonostante la parentesi polemica, la Casa Reale sottolinea come le discussioni durante il pranzo siano state piacevoli e l’atmosfera accogliente.