Più prigioni che strutture di accoglienza: la tv olandese visita i centri per migranti dell’Italia in Albania

L’Italia sta rapidamente costruendo due centri di accoglienza per migranti in Albania, frutto di un accordo dello scorso anno tra la premier italiana Meloni e il presidente albanese Rama. Questi centri serviranno a gestire le procedure di asilo per i migranti intercettati nel Mediterraneo con poche possibilità di ottenere asilo, evitando così che mettano piede in Italia, dice RTL.

A Shengjin, uno dei due siti, la costruzione è in pieno svolgimento con operai che lavorano intensamente. Un alto recinto e telecamere sorvegliano l’area, impedendo l’accesso ai visitatori. Alcuni abitanti del luogo mostrano indifferenza, mentre altri non prevedono grandi cambiamenti.

Il progetto prevede che i migranti rimangano in Albania solo per breve tempo: chi ottiene l’asilo potrà trasferirsi in Italia, mentre gli altri saranno rimpatriati. Secondo RTL i due centri potranno gestire 36.000 richieste di asilo all’anno. Tuttavia, ci sono dubbi sulla capacità effettiva di rimpatriare tutti i migranti respinti e sulla protezione dei diritti umani.

I centri, che sembrano più prigioni che strutture di accoglienza, hanno sollevato critiche da parte di organizzazioni per i diritti umani e scetticismo tra gli italiani. La Meloni visiterà presto i siti per mostrare i progressi del progetto, che potrebbe ispirare altre nazioni europee ad adottare soluzioni simili.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli