I partiti VVD e D66 chiedono che i “padri single” godano degli stessi diritti degli altri genitori, secondo una nuova proposta legislativa presentata ad inizio settimana in parlamento. Secondo i partiti liberali, la difficile situazione dei padri non sposati, non sarebbe sufficientemente nota.

Attualmente le madri biologiche ottengono automaticamente la custodia, mentre i padri non sposati devono affrontare lunghe trafile burocratiche. Senza passare per la complessa procedura, i padri rischiano di non veder loro riconosciuto l’affidamento, qualora la madre morisse o la coppia decidesse di separarsi.

Secondo la deputata D66 Vera Bergkamp, ​​molti genitori confondono gli effetti del riconoscimento del bambino, con la custodia. Il parlamentare VVD Jeroen van Wijngaarden vuole riequilibrare lo svantaggio oggettivo dei padri non sposati.

Secondo il portale di informazione, sarebbero diversi i partiti favorevoli alla proposta.