The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

Pieter de Hooch, il maestro della prospettiva in mostra a Delft

Il Museum Prinsenhof di Delft dedica un’intera mostra al pittore seicentesco



Si intitola Pieter de Hooch in Delft, from the shadow of Vermeer e si tratta della prima mostra retrospettiva nei Paesi Bassi del famoso pittore seicentesco Pieter de Hooch. La mostra è allestita al Museum Prinsenhof Delft. Insieme a Johannes Vermeer, Pieter de Hooch è considerato uno dei più celebri pittori di Delft del XVII secolo. Dopo quasi 400 anni i suoi lavori torneranno nella città dove sono stati dipinti.

Dal 2017, il Museum Prinsenhof Delft conduce ricerche su Pieter de Hooch in stretta collaborazione con il Rijksmuseum, la TU Delft, ed esperti in storia dell’arte e dell’architettura. I risultati e le nuove intuizioni saranno presentati nalla mostra e descritti nel catalogo ad essa dedicato.

La mostra si concentra sui dipinti di De Hooch realizzati a Delft tra il 1652 e il 1660. Si tratta principalmente delle vedute dei cortili e degli interni della città. 29 capolavori che arrivano a Delft dai principali musei europei e americani. Tra questi vi sono molti dipinti famosi che da molto tempo non vengono esposti nei Paesi Bassi, come il Binnenplaats van een huis in Delft della National Gallery di Londra. Sono presesenti anche numerose opere in prestito dal Museo Thyssen-Bornemisza di Madrid, dal Kunsthaus Zurich e dalla National Gallery of Art di Washington. Un prestito eccezionale è il capolavoro Kaartspelers in een zonovergoten ruimte della British Royal Collection. La mostra comprende anche opere proveniente dal Mauritshuis, dal Museum Boijmans Van Beuningen, dall’Amsterdam Museum e, naturalmente, dal Rijksmuseum – che vanta una delle più grandi collezioni di De Hoochs al mondo.

Pieter de Hooch viene chiamato il ‘maestro della prospettiva’. Ha iniziato la sua carriera dipingendo scene di soldati e della vita nelle locande. Si è poi affermanto come ‘pittore dei cortili’, grazie alle opere raffiguranti gli interni domestici e i ritratti della vita familiare a Delft. I suoi interni e le sue scene all’aperto sembrano essere viste perfettamente costruite. Le sue opere mostrano spesso diverse stanze in fila l’una all’altra. È per questo che si è guadagnato il titolo di ‘maestro della prospettiva’.

Non solo, Pieter de Hooch è stato anche soprannominato il ‘maestro del quotidiano’, perché più di ogni altro pittore dell’età dell’oro ha saputo riprodurre con profondità e naturalezza la quotidianità della vita domestica olandese. De Hooch è riuscito a presentare il quotidiano nel modo più attraente. I suoi dipinti sono stati decisivi nel definire l’immagine della vita popolare olandese del XVII secolo. Nel fare questo, De Hooch è stato un vero innovatore, perché per primo ha dato rilevanza a quanto accadeva nei cortili delle case, alle donne impegnate nei lavori domestici e alla presenza dei bambini.

La mostra, da non perdere, sarà aperta fino al 16 febbraio 2020.

 






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!