di Marco Alf

A: “Ci siamo conosciuti quando avevamo circa 19 anni, veniamo dallo stesso paese in provincia di Udine. Io sono arrivato qui in Olanda per primo, quattro anni fa. Dopo il master in International Management ho trovato lavoro alla Heineken”.

Tu come sei finito qui?

D: “Ero un progettista edile. Visto la situazione economica in Italia ho deciso di fare un’esperienza all’estero: sono stato prima a Dublino, poi ho passato un anno ad Edimburgo. L’anno scorso, durante il suo compleanno ci siamo incontrati e abbiamo parlato di questo progetto: aprire una piadineria ad Amsterdam“.

Per quale motivo due Friulani decidono di aprire una piadineria ad Amsterdam?

D: “Volevamo aprire un’attività in proprio e l’altra socia è Romagnola…”

A: “L’ idea è nata appunto con Maria Giulia, che è di Cesena e vive qui da quattro anni come me, ci siamo conosciuti qui. Abbiamo entrambi un altro lavoro però la voglia di avere qualcosa di nostro era grande… Io avevo esperienza nell’ organizzazione di eventi serali ed aperitivi; lei essendo Romagnola aveva il sogno di aprire una piadineria qui… Abbiamo unito i cuori delle nostre regioni di provenienza: da sua la piadina e, da friulani, lo spritz, il vino, in particolare i bianchi. Per ora siamo aperti a pranzo e a fine mese lanceremo gli gli aperitivi”.

In una cultura come quella olandese, in cui il cibo è vissuto con praticità più che con piacere, come credete che possa essere accolto il concetto della piadina dai locali?

A:” È vero che la cucina agli occhi di un olandese è più funzionale rispetto all’ Italiano… Per noi è anche un insieme di emozioni, è legata ai sensi, ad esempio… Il concetto di cucina si sta però evolvendo anche qui…Vedi il fenomeno degli street markets… Inoltre è una cucina in cui a pranzo il panino è la base…”

D: “Amsterdam poi non è l’Olanda…Qui sono abituati ad una certa multiculturalità, anche alimentare”.

Che difficoltà avete incontrato nell’aprire un’attività qui?

D: “Non saprei da che parte cominciare…”

A: “La cosa simpatica è che l’idea era partita da me e Maria Giulia: abbiamo una preparazione di marketing e commerciale ma ci mancava la parte tecnica… Infatti scherziamo sempre sul fatto che, se non ci fosse stato Disma, il locale sarebbe nato solo su Power Point…

D: “Non sono un professionista della cucina però è sempre stata la mia passione. Durante i miei viaggi, a Edimburgo ho lavorato come chef ed ho trasformato il mio hobby in una professione… Ho iniziato lavando i piatti e in un momento di carenza del personale ho chiesto di prendere il posto dell’ aiuto cuoco e da lì ho imparato il mestiere…”

A: “Per imparare l’arte della piadina abbiamo messo Disma su di un aereo e l’abbiamo spedito in Romagna in stage in un chiosco di piadinari“.

D: “Lo scorso autunno ho preso la licenza per fare i mercati gionalieri ad Albercuypstraat e al Sunday Market in West per testare il prodotto…Tra l’altro non usiamo lievito, solo olio d’ oliva ed importiamo tutto dall’ Italia, anche il personale. A parte il freddo pazzesco che ho preso…”

A: “Si parla di lavorare tutta la settimana nei nostri lavori regolari e svegliarsi alle sette di mattina del Sabato e della Domenica a Novembre e Dicembre per andare a recuperare il furgone a noleggio e caricare delle vertinette pesantissime, la cosa più pesante del mondo, che non passavano dalla porta per cui dovevamo farle uscire dalle finestre… Per andare vendere piadine a zero gradi… Sapendo di andarci a perdere tra noleggio dei macchinari e tutto… Però questo ci ha fatto rendere conto che ci credavamo, tutti e tre… Inoltre ci ha permesso di capire come presentare il prodotto agli olandesi. Ad esempio volevamo usare il concetto dalla Romagna all’ Olanda… Però in questo modo i clienti capivano che era un prodotto della Romania!

Siamo comunque tre ragazzi che lavorano sodo… Forse non lo sai ma i Friulani hanno la nomea di lavorare molto e lamentarsi sempre.”

Le foto come le facciamo?

A: “Come se io e Disma fossimo ancora a Udine al bar!”

[envira-gallery id="17478"]

Per iscriverti alla fanpage su Facebook di Genti d’Olanda clicca QUI!