Photo: illustrativa

L’equipaggio di un peschereccio olandese ha recuperato l’altro ieri nella Manica, un gommone alla deriva, con una trentina di migranti a bordo. Dice NOS, non lontano dalle coste francesi a Boulogne-sur-Mer. Uno di loro ha cercato di salire a bordo del cutter arrampicandosi su una fune dell’imbarcazione calata a mare ed è stato poi portato a bordo.

I migranti sono stati consegnati alla guardia costiera francese dai pescatori, dice NOS, e alcune settimane fa, anche un’altra nave della stessa compagnia di navigazione, Cornelis Vrolijk, aveva già incontrato un gommone alla deriva, ha detto al NOS il gestore della flotta Eric van Linden. C’erano a bordo donne e bambini piccoli.

“È molto triste. Quelle persone stanno mettendo a rischio la loro vita”, afferma Van Linden. “Quando le persone sono in difficoltà in alto mare, è nostro dovere aiutarle”. Soprattutto in questo periodo dell’anno, quando l’acqua del mare si è già notevolmente raffreddata, qualora i migranti cadessero in mare rischierebbero molto