A decine di studenti di un istituto professionale di Rotterdam sono stati invalidati gli esami dopo un’inchiesta di frode che ha portato alla sospensione di tre membri del personale.

Due insegnanti e un team leader del dipartimento di logistica del collegio regionale di Zadkine sono coinvolti nel caso. Sono sospettati di aver falsificato le presenze degli alunni e di aver fornito questionari e risposte.

Luc Verburgh, del consiglio di vigilanza della scuola, ha detto di esser stato avvisato due settimane fa da due membri del personale. Dopo le indagini iniziali, 60 documenti d’esame presentati da 41 studenti sono stati dichiarati nulli e tutti gli altri esami sono stati posticipati.

Anche l’ispettorato di istruzione è stato informato e un’organizzazione esterna è stata chiamata a svolgere un’inchiesta indipendente.

“Sono rimasto totalmente sconvolto”, ha detto Verburgh a NOS. “Non importa quanto desideri aiutare i tuoi studenti, questo è ingiustificabile”.

L’organizzazione dei media locali Rijnmond e NOS hanno dichiarato che lo scorso anno erano state segnalate irregolarità nel dipartimento logistico della scuola. Verburgh ha dichiarato di non esserne a conoscenza, ma da allora è stato stabilito che la frode era in corso da almeno un anno.

In un’occasione solo la metà della classe era presente, anche se l’intera classe aveva la presenza firmata.

“Stiamo prendendo il caso molto sul serio. Non abbiamo mai incontrato qualcosa di simile prima“, conclude Verburgh.