Il Belgio ha imposto un divieto sui viaggi non essenziali all’estero: viaggi per scopi turistici e ricreativi sono vietati e la nazione non accetterà turisti provenienti da altri paesi. Tuttavia, i viaggi per motivi essenziali sono permessi, spiega VRT.

Le partenze per motivi professionali sono permesse e i viaggi per motivi d’affari o per atleti professionisti sono consentiti.

Viaggiare è anche permesso per situazioni familiari urgenti, per esempio dover partecipare a un matrimonio o funerale ed è consentito fare visita ad un partner in un altro paese, a patto si dimostri che si tratta di una relazione “di lunga durata”.

Inoltre, viaggiare è consentito per ragioni umanitarie o per prestare servizio a persone che necessitano aiuto, per motivi di studio o per altre ragioni di stretta necessità. 

E’ consentito, inoltre, il transito per raggiungere un’altra destinazione.

Per attraversare il confine è necessaria un autocertificazione scaricabile dalla pagina web nazionale sul coronavirus. Altri documeti potrebbero essere necessari. Le persone che visitano il Belgio per motivi essenziali o coloro che tornano nel paese dovranno firmare un modulo di localizzazione del passeggero se sono stati fuori per più di due giorni.