Source pic: Pixabay

N.d.r. L’articolo del Volkskrant da cui è tratto questo, è stato pubblicato prima che il comune di Breda annunciasse lo stop all’evento organizzato da Radio 538 

L’importanza scientifica di enormi esperimenti di laboratorio sul campo è così grande, si chiede il Volkskrant. La scienza è divisa sugli studi Fieldlab. Alcuni pensano che un festival con 10.000 visitatori non darà molto. Altri ricercatori ritengono che un festival così grande sia utile.

Il problema, a monte, è che nessuno in parlamento solleva dubbi: quando il VVD e il D66 hanno presentato una mozione per istituire Fieldlabs, gli eventi sperimentali, “su larga scala”, non c’era nessuno alla Camera dei deputati contro di essa. Così gli eventi sono iniziati all’inizio di quest’anno in sordina e man mano sono cresciuti di dimensioni, dice il quotidiano di Amsterdam.

Mentre gli eventi si svolgevano, i ricercatori raccoglievano dei dati. E poi, ad inizio aprile è arrivato il via libera per un’altro passo in avanti: al Fieldlab – che è una collaborazione tra il governo, il settore degli eventi e un gruppo di scienziati – è stato dato il permesso di “espandersi” ulteriormente e si è arrivati all’evento da 10mila persone. Secondo il governo, l’evento cancellato dalla municipalità di Breda era fondamentale perchè era necessario  “verificare se le misure preventive sono altrettanto efficaci con un numero di visitatori più elevato”, aveva affermato Mona Keijzer, sottosegretaria agli affari economici. “Sembra una grande festa, ma questa inchiesta è seria”.

Tuttavia, in molti dubitavano dell’assoluta necessità di un evento di quelle dimensioni: lo aveva detto Maarten van Smeden, statistico e associato di metodi di ricerca in epidemiologia all’UMC di Utrecht. “Allo stesso tempo, non esiste un piano di ricerca pubblico chiaro. È quindi difficile sapere a quali domande la ricerca vuole rispondere. Questo non è assolutamente conforme agli standard scientifici”. Anche altri docenti hanno messo in dubbio la necessità di un campione così ampio: anche se tutti vengono testati in anticipo, ci sono buone probabilità che si registrino contagi.

Andreas Voss, ricercatore di punta di Fieldlabs, sostiene che le critiche sono ingiustificate ed è necessario sperimentare su tante persone insieme. Le conclusioni finiranno su una rivista scientifica ma pur comprendendo le critiche,  Voss ha detto:   «La pressione da parte della politica, della società e del settore degli eventi è alta. È vero che molte persone hanno firmato la petizione contro il festival. Ma non dimenticare: un milione di persone che vogliono acquistare un biglietto  anche questa è una bella petizione ”.