Parigi, per il capo dell’antiterrorismo non c’è pericolo immediato in Olanda

Il coordinatore nazionale antiterrorismo, Dick Schoof, intervistato dall’emittente BNR, invita alla calma sul fronte interno e parla di “situazione immutata in Olanda” rispetto ad una settimana fa. Secondo il dirigente della polizia nazionale, il rischio di attentati nei Paesi Bassi non sarebbe aumentato in seguito ai fatti di Parigi.

L’invito alla calma di Schoof che dice “non abbiamo ricevuto alcuna indicazione che attacchi terroristici possano essere all’orizzonte”, esorta la gente a continuare la vita di tutti i giorni senza rinunciare ad eventi pubblici. Nel corso dell’intervista, il capo dell’antiterrorismo invita la popolazione a rimanere vigile e condividere con la polizia informazioni che possano essere d’aiuto all’intelligence.

Schoof spiega che l’innalzamento del livello di allerta avviene solo in presenza di segnalazioni concrete passate dall’intelligence. L’azione dei servizi segreti, soprattutto dell’AIVD (equivalente olandese dell’AISI) non si limita al monitoraggio di potenziali pericoli esterni, conclude il coordinatore dell’antiterrorismo, ma si indirizza anche al fenomeno locale della radicalizzazione.

 

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli