NL

NL

Per attentato a supermarket polacco a Beverwijk, venne usata una mina antiuomo

Il sospetto Youssef K. (18) non pensava che sarebbe stato arrestato dopo l’attentato al supermercato polacco di Beverwijk nel giugno 2021. Il dettaglio è emerso lunedì mattina durante l’udienza di merito al tribunale di Haarlem.

Nonostante al supermercato fossero stati lasciati una maglietta e guanti con il suo DNA, dice il Telegraaf, K. pensava di poter scappare. Tuttavia, il suo DNA era già in un database dopo una precedente condanna.

Il 28 giugno 2021 un ordigno esplosivo è esploso al supermercato polacco Beverhof a Beverwijk, ricorda il quotidiano di Amsterdam,

Oltre a tentare di provocare un’esplosione, i sospetti Amir S. (20) e K. sono anche a processo per possesso di una mina antiuomo del tipo Claymore. I due avrebbero ricevuto 250euro per l’attentato

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli