The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

POLITICS

Peil.nl: Wilders sale ancora nei sondaggi ma il paese rischia l’ingovernabilità

5 partiti si dividono lo spettro mediano, ossia quasi la metà dei seggi. Ma sono tra loro incompatibili



Il leader islamofobo Geert Wilders, avrebbe fatto crescere di due seggi il suo partito, il PVV, grazie alla sentenza di condanna per il “minder, minder, minder marokkanen”. A sostenerlo è l’istituto di sondaggi peil.nl diretto da  Maurice de Hond dopo che Geertje è stato riconosciuto colpevole nel processo per istigazione all’odio, chiuso la settimana scorsa con una sentenza di condanna. Un seggio in più anche per i laburisti, dopo che Lodewijk Asscher ha vinto le primarie del partito.

Il sondaggio è stato effettuato dopo questi due importanti eventi nella politica olandese. I seggi ottenuti dal PVV e PvdA sono stati persi da VVD, CDA e ChristenUnie. Vi è ora un gap di 13 seggi tra il PVV (36 virtuali) e VVD (23 virtuali), i due partiti in testa.

Il Pvda, che dalle ultime elezioni ha ridotto a meno di un 1/3 il suo consenso elettorale, non guadagnava seggi da tempo nei rilevamenti. Secondo De Hond una timida percentuale di elettori, appena il 4%, ha indicato di voler considerare i laburisti, ora che Asscher è segretario.

Con D66 e CDA che questa settimana hanno perso un seggio, sono ora 5 i partiti a dividersi tra i 10 e i 14 seggi. Una frammentazione politica senza precedenti, sostiene De Hond dal suo sito.



31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!