KLM e Transavia hanno redatto una lista nera congiunta di passeggeri fastidiosi. Chiunque si comporti male a bordo di un aereo delle due compagnie non è più il benvenuto con entrambe le compagnie aeree per cinque anni.

Le società hanno condiviso i dettagli delle loro liste nere da giovedì scorso. La misura dovrebbe rendere il volo più sicuro, perché gli irrispettosi vedranno lo spazio per loro ridursi.

Durante la crisi Covid, il numero di segnalazioni di comportamenti inaccettabili è cresciuto fino a una media di cinque per KLM e uno per Transavia ogni mese. “Questo ha un forte impatto sui nostri passeggeri e sui nostri dipendenti. Qualsiasi forma di violenza fisica nei confronti del nostro equipaggio o dei compagni di viaggio è inaccettabile”, ha affermato il direttore di KLM Paul Terstegge.

KLM e Transavia affermano di essere le prime compagnie aeree al mondo a scambiare dati per la lista nera. Le norme sulla privacy spesso impediscono la condivisione di tali dati, anche se le compagnie aeree fanno capo alla stessa società madre, come KLM e Transavia.

Le due compagnie affermano di aver trovato un modo per condividere i dati nella lista nera senza violare le regole: invitano i politici e le autorità a rendere tutto più semplice legalmente, in modo che altre società possano fare lo stesso.

Cinque anni fa, il sindacato FNV si è espresso a favore di una lista nera europea per i passeggeri molesti.