Sei giovani olandesi sono stati scoperti a festeggiare nelle grotte di marl quarry, vicino all’area di confine tra Belgio e Paesi Bassi, sabato sera.  La polizia li ha trovati in territorio vallone, tra le 21 e mezzanotte, riporta ANP.

I giovani avevano con loro degli zaini. All’inizio tre erano riusciti a scappare, per poi essere trovati nell’area di Kelin Ternaaien. Il sindaco di Riemst, Mark Vos, ha detto che quelle grotte possono essere molto pericolose.

I sei ragazzi sono stati multati per essere entrati in un’area proibita e protetta e per aver violato le misure locali per combattere il coronavirus.

La polizia e i rangers controllano le grotte regolarmente per allontanare le persone e proteggere l’ecosistema sotterraneo, popolato da una colonia di pipistrelli.

Non è la prima volta che dei giovani olandesi vengono scoperti a festeggiare, violando le misure anti corona. Settimana scorsa, un intero locale a Roosendaal è stato chiuso a seguito di un “lockdown party” andato fuori controllo.