Più dell’80% della popolazione olandese soffre di stress causato da problemi finanziari, divorzi, o da un familiare malato; negli ultimi anni questa situazione ha portato spesso ad assenteismo sul posto di lavoro

L’organizzazione Zorg van de Zaak ha lanciato una campagna per attirare maggiore attenzione alle conseguenze fisiche e psicologiche che lo stress comporta; in particolare si occupano di salute e sicurezza nel mondo lavorativo. La loro campagna si è rivolta a più di 1.000 olandesi, e parla di uno stress dovuto al “corso della vita”, che affligge più di due terzi di loro.

Tra le cause più comuni il decesso di un genitore o un membro della famiglia, problemi finanziari, o preoccupazione per una persona cara indisposta; altre cause, meno ricorrenti, sono invece il divorzio o il licenziamento. 

Ma secondo Marja Sleeuwenhoek, direttrice dell’associazione, molte persone non ammettono di aver problemi personali. A quanto pare, è una sorta di taboo. E di conseguenza, managers e direttori non sanno cosa succede ai loro dipendenti, mentre è importante che mostrino nei loro confronti un genuino interesse e la giusta attenzione.

Ecco perché la campagna prende il titolo di Do you know what’s going on?: vuole incoraggiare gli impiegati a parlare più apertamente con i loro datori di lavoro. E così, uno stress minore potrà prevenire molto assenteismo.