Un’indagine europea pubblicata di recente, illustra come gli europarlamentari spendono il loro rimborso di 4.300 euro mensili : la tv olandese NOS approfondito, con un mastodontico lavoro portato avanti da 48 giornalisti, intervistando diversi europarlamentari.

40 milioni di euro, ad esempio, sono spesi ogni anno alla voce General Expense Compensation e questi soldi, perlopiù, dovrebbero essere usati per coprire costi quali l’affitto di un ufficio nel proprio paese.

Pare che appena 494 dei 751 europarlamentari affronti questa spesa; cosa facciano con quei soldi gli altri non è chiaro. Soltanto l’8% degli intervistati ha fornito, infatti, un prospetto di spesa. E molti hanno rifiutato di rispondere ad alcune domande come i membri del VVD, del PVV e del SGP. Pieter van Dalen, di Christen Unie, paga con quei soldi l’affitto della sede del partito, mentre Wim van de Camp del CDA ha un ufficio alla Tweede Kamer.

L’indagine del NOS ha inoltre comunicato che dei 26 eurodeputati olandesi presenti sul territorio nazionale, solo 17 hanno fornito informazioni dettagliate sul bilancio di spesa. La ricerca condotta dal servizio pubblico ha inoltre mostrato che generalmente in Olanda, come nel resto d’Europa, i partiti di sinistra sono più trasparenti.