Una maggioranza parlamentare ha invitato il governo ad attuare politiche per vietare i viaggi verso i paesi dove la curva dei contagi da corona è nuovamente in salita. Il ministero degli esteri consiglia di evitare viaggi in Turchia, ad esempio, paese ancora in codice arancione e proprio oggi pomeriggio il tour operator Corendon ha annunciato di voler sospendere le partenze verso quella destinazione.

Giovedì, il Ministero ha innalzato gli avvisi per le città portoghesi di Lisbona e Porto perché il numero di infezioni Covid-19 in quelle città è in aumento.

Secondo i parlamentari Suzanne Kroger (GroenLinks) e Jan Paternotte (D66), un consiglio di viaggio negativo non è apparentemente sufficiente per dissuadere i vacanzieri. “Quindi stiamo cercando qualcosa di più forte per prevenire viaggi inutili nei punti caldi della corona”, ha detto Paternotte. La maggioranza nella Tweede Kamer è d’accordo.

Tuttavia, stando al ministro, non è un’operazione così immediata: alcuni paesi in codice arancione consentono ai cittadini olandesi di viaggiare quindi un blocco non sarebbe semplice. Il suggerimento è di utilizzare il sistema belga o quello danese, obbligando chi va in certe zone a dimostrare che il loro viaggio è strettamente necessario.