NL

NL

Parità di salario uomo-donna: una direttiva UE approvata da poco impone trasparenza

Steven Lek, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Giovedì, i Paesi Bassi eleggeranno nuovi membri per il Parlamento Europeo, che ha recentemente adottato la direttiva “equal pay for equal work” per affrontare la disparità salariale di genere. Attualmente, le donne in Europa guadagnano in media il 13% in meno rispetto agli uomini per lo stesso lavoro. La nuova legge impone trasparenza salariale per le aziende con più di 100 dipendenti e richiede che i datori di lavoro agiscano se la disparità salariale supera il 5%, pena sanzioni.

La legge, sostenuta dalla parlamentare europea Samira Rafaela, mira a facilitare la richiesta di parità salariale per le donne, trasferendo l’onere della prova ai datori di lavoro. Questo cambiamento dovrebbe rendere più facile per le donne scoprire e contestare eventuali disparità salariali.

Nonostante le difficoltà nelle negoziazioni e le diverse opinioni sulla disparità di genere tra i paesi europei, la legge rappresenta un passo importante verso la riduzione del divario salariale. Anche se entrerà in vigore solo nel 2026, alcune aziende stanno già iniziando ad adeguarsi.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli