Aziende della Germania, della Scandinavia, della Gran Bretagna e della Cina sono impegnate nella costruzione della maggior parte delle grandi centrali a energia solare nei Paesi Bassi, hanno dichiarato al Financieele Dagblad i promotori di progetti e consulenti in materia di sussidi.

Gli sviluppatori stranieri di parchi solari sono in parte attratti dai Paesi Bassi a causa delle sostanziose sovvenzioni per i progetti, ha detto il giornale.

Miliardi di euro sono disponibili ogni anno. “Più di un terzo dei fondi disponibili nelle sovvenzioni per le centrali fotovoltaiche è destinato a società non olandesi“, ha affermato Douwe Faber della società di consulenza Ekwadraat.

I Paesi Bassi, ha detto, hanno atteso troppo a lungo per sviluppare la propria strategia di energia solare e di conseguenza sono state sviluppate poche competenze nella costruzione di parchi solari. Tra i progetti di proprietà straniera attualmente in corso: la norvegese Statskraft sta sviluppando una fattoria solare di 17 ettari a Emmen e la cinese Unisun sta costruendo la sua prima fattoria olandese a energia solare a Rilland, nella provincia dello Zeeland.

Inoltre, l’investitore danese in materia di energia sostenibile, Obton, ha annunciato i piani a novembre di investire 100 milioni di euro all’anno per sviluppare progetti di energia solare nei Paesi Bassi nei prossimi anni. Tutti questi progetti possono beneficiare di sovvenzioni di circa € 100 milioni, secondo il documento