The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CINEMA

‘Palestinian Film Festival Amsterdam’, uno sguardo ai giovani registi palestinesi

Source: Pixabay

Sabato 8 e domenica 9 febbraio si terrà il Palestinian Film Festival Amsterdam presso il cinema Cavia. I partecipanti al festival, nato nel 2015, sono i figli di seconda generazione dei palestinesi colpiti dalla diaspora. Molti di loro non possono tornare nella terra dei loro genitori. Il cinema, come l’arte e la letteratura, diventa così un mezzo per unificare un popolo che da decenni è costantemente diviso.

La prima edizione del festival aveva l’intenzione di essere una ‘vetrina’ del cinema contemporaneo palestinese. L’edizione del 2020, invece, vuole anche riscoprire il passato di questo popolo, attraverso documentari, corti e film di finzione. Questa edizione è anche caratterizzata da una buona presenza di registe donne, abbastanza inusuale per il Medio Oriente.

Un tema toccato sarà il periodo delle dominazione inglese, precedente alla creazione dello stato di Israele nel ’48. In particolare, le proteste delle donne gli anni ’20 per ottenere più diritti. Saranno anche proiettate una serie di pellicole restaurate per la prima volta in Olanda. Documenti importanti, come testimonianze storiche ma anche come punto di riflessione, sono i filmati prodotti dal gruppo OLP, recentemente digitalizzati e riscoperti.

La cultura e la storia palestinese sono i fili conduttori di questa mostra. Molti film selezionati, tuttavia, mettono in risalto i registi e la loro visione del mondo.