Il ministro della sanità Edith Schippers ha stanziato 2,8 milioni di euro per dare la possibilita’ di impianto di protesi mammarie alle persone transgender. Lo ha annunciato il ministro in una lettera alla Tweede Kamer Giovedì, scrive l’agenzia ANP.

La maggior parte delle donne transgender non otterrebbe risulta significativi con il trattamento ormonale e cio’, secondo la  Schippers, per loro è un “grave ostacolo” nella transizione.

“Penso sia importante ridurre questo ostacolo, anche in considerazione della posizione socio-economica delle persone transgender. Un sistema di sovvenzione per compensare le protesi mammarie, da una prospettiva di emancipazione può contribuire a questo”, ha detto il minstro. Interessate e interessati portano usufruire del contributo dalla prossima primavera.

Schippers ha anche annunciato che il governo stabilirà delle tempistiche fisse d’attesa presso le cliniche di genere. “Sarebbe meglio ci fossero delle regole per questo tipo di cura”, ha detto Schippers. All’inizio di quest’anno i gruppi di interesse hanno avvertito che i tempi di attesa presso le cliniche di genere erano inaccettabilmente lunghi – così a lungo che alcuni pazienti hanno iniziato autonomamente, con un parere medico, i trattamenti ormonali.

Nella sua lettera alla Tweede Kamer, Schippers ha sottolineato che è difficile ridurre le liste d’attesa dato che il numero di domande cresce sempre più rapidamente. Spera, inoltre, che più ospedali offrano questa forma di trattamento.

La qualità dell’intervento, ha aggiunto la Schippers, deve restare alto. “Le misure volte ad accelerare i tempi non devono compromettere la qualità del trattamento”.