Steven Anderson il predicatore omofobo bandito dai Paesi Bassi per le sue opinioni sull’omosessualità e l’Olocausto. ha detto in un’intervista per l’emittente televisiva NOS che i Paesi Bassi sono “Sodoma e Gomorra”.

Seconda il suo parere, non ci sarebbe stata alcuna dichiarazione ufficiale riguardo il divieto d’ingresso. Tuttavia, ha capito di non di essere il benvenuto nel paese e, consapevole di ciò, ha preferito evitare il viaggio inizialmente pianificato.

“Sinceramente, non sono io a rimetterci”, ha detto Anderson in un breve video. “Se l’Olanda continua su questa strada diventerà una Sodoma e Gomorra e farà la stessa fine“.

L’evento per cui stava pianificando il discorso del 23 maggio rimane programmato. Ma l’organizzazione della campagna per i diritti gay COC, i parlamentari e il sindaco di Amsterdam, Femke Halsema, hanno tutti sollecitato il governo a impedire la partecipazione di Steve Anderson.

Il sottosegretario agli esteri Mark Harbers ha sottolineato che in uno stato democratico come l’Olanda non c’è posto per la discriminazione o per l’incitamento all’odio.