Ospedali olandesi alle prese con i negazionisti del Covid

Autore: Alberto Giuliani License:CC BY-SA 4.0

Sempre più ospedali hanno a che fare con pazienti gravemente malati e/o familiari che si rifiutano di credere di avere il coronavirus, perché secondo loro non esiste, ha riferito AD.  

Almeno 15 ospedali olandesi hanno dichiarato al giornale di aver avuto a che fare con negazionisti del Covid. La stragrande maggioranza dei pazienti con coronavirus attualmente ricoverati in ospedale non è stata vaccinata o è vaccinata solo parzialmente. “A volte ci viene detto dai parenti di coloro che devono essere ricoverati in ospedale con gravi sintomi di coronavirus: ‘Dicci solo cosa ha veramente, perché il covid non esiste'”, ha detto ad AD Tanja Hak dell’Hospital Group Twente. E questi negazionisti del Covid mantengono per lo più la loro posizione, non importa quanto sia grave la situazione, ha detto. 

I dipendenti dell’ospedale della Croce Rossa di Beverwijk a volte affrontano pazienti arrabbiati che si rifiutano di seguire le istruzioni degli operatori sanitari, ha detto il portavoce Sandra de Jong. “Questo è un duro colpo per i colleghi che hanno visto così tanta miseria nell’ultimo anno”.

Diversi ospedali, tra cui l’UMC di Amsterdam, hanno riferito di aver lottato con pazienti che si rifiutano di sottoporsi a un test Covid-19, con il risultato che il medico curante deve confermare un’infezione in un modo diverso. “Oltre a richiedere più logistica, porta anche a molta frustrazione. Naturalmente, non eseguiamo tali test senza il consenso dei pazienti, non importa quanto siano difficili”, ha detto la portavoce dell’AMC Daniela Cohen.

L’OLVG di Amsterdam ha riportato interazioni sporadiche con i negazionisti del Covid. “Una volta un paziente affermava di non avere il Covid, ma che fosse colpa della polvere dovuta a una ristrutturazione”, ha detto un portavoce al giornale. “Alla fine ci ha creduto.”

“Situazioni molto scomode sorgono tra persone non vaccinate e professionisti del settore medico”, ha confermato ad AD l’associazione olandese per gli ospedali NVZ. “Ciò può portare a situazioni difficili”, ha detto il portavoce Wouter van der Horst, “Ciò non toglie che tutti coloro che hanno bisogno di cure, indipendentemente dal comportamento o dalla scelta di non essere vaccinati, possono semplicemente contare sull’aiuto”.

 

SHARE

Altri articoli