Il procedimento sommario che ID&T e altre trenta organizzazioni di eventi avevano intentato contro il governo, domani non andrà avanti dice AT5. ID&T riferisce che il caso è stato sospeso per il momento perché l’organizzazione è in trattative con l’esecutivo sulle misure e sui risarcimenti.

Se non verrà trovata alcuna soluzione, il caso andrà avanti, dice ID&T. Ieri il ministro uscente Hugo de Jonge ha proposto in un dibattito parlamentare di avviare un dialogo con l’industria.

La conversazione dovrebbe fornire chiarezza su come gli eventi di più giorni possano continuare in sicurezza con il cento per cento della capacità e senza 1,5 metri di distanza.

ID&T ha intentato una causa perché l’organizzatore ritiene che i propri eventi possano essere organizzati in sicurezza.