NL

NL

Organismo vigilanza di Meta: Instagram e FB censurano palestinesi e pro-Palestina

Il Meta Oversight Board, un organismo di vigilanza di Meta, sostiene che Instagram e Facebook stiano censurando gli utenti palestinesi e pro-palestinesi e non stiano facendo abbastanza per risolvere il problema. Questo organismo, definito anche il “tribunale supremo di Meta”, ha il potere di influenzare le decisioni di moderazione di Meta e fornisce consulenza all’azienda. La critica si estende anche al fatto che Meta non abbia sufficiente conoscenza dell’arabo e del contesto del conflitto israelo-palestinese.

Ci sono state situazioni in cui le azioni di moderazione hanno avuto effetti negativi, come l’aggiunta automatica della parola “terrorista” ai profili che menzionano il termine “Palestinese” e l’inclusione erronea del termine “Al-Aqsa” in una lista di individui e organizzazioni pericolose.

La mancanza di trasparenza e di comprensione da parte di Meta del conflitto sono state oggetto di critiche interne, comprese le proteste di dipendenti del colosso e il reclamo di un giornalista palestinese dopo la chiusura del suo account Facebook. Meta non ha risposto a richieste di commento da parte di Nieuwsuur e ha affermato in passato che il suo obiettivo è fornire a tutti una voce su piattaforme sicure.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli