The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

Open hiring, assumere senza CV



Trovare lavoro non è sempre semplice. Bisogna mettere su un curriculum accattivante, scrivere una lettera di presentazione convincente e soprattutto sperare di rientrare nei parametri giusti di età ed esperienza.

L’azienda MamaLoes, specializzata in commercio di articoli per l’infanzia, ha deciso di scardinare questo sistema.

Per ottenere un lavoro presso di loro non servono curricula o lettere di raccomandazioni. Tutto quello che bisogna fare e inserire il proprio nome in una lista.

In questo modo chi viene sempre scartato a causa della sua età o per via del proprio percorso di studi, ottiene presso quest’azienda una possibilità in più, avendo così l’opportunità di dimostrare sul campo di cosa è capace.

Il direttore di MamaLoes, Loes de Volder, ha sottolineato come questo tipo di procedura dia spazio a persone veramente motivate a lavorare.

Ne è un esempio Bas, un trentunenne, dipendente della MamaLoes, che ha lavorato per anni nell’assistenza ai disabili per poi ritrovarsi senza lavoro a causa dei tagli alle spese. “Ho notato quanto sia difficile trovare lavoro se non hai fatto i giusti studi,” ha raccontato “ecco perché penso che l’open hiring sia una buona iniziativa. C’è spazio per tutti coloro che sono disposti a lavorare”. 

Come riporta AD, questa procedura chiamata “open hiring” non è originale, ma di importazione americana.

Tutto è iniziato con il panificio Greyston Bakery, specializzato in brownies per la Delta Airlines. Il suo fondatore, Bernie Glassman, si è posto l’obbiettivo di aiutare le persone con più difficoltà nel trovare lavoro. Lo slogan dell’azienda è: “non assumiamo persone per preparare brownies, cuciniamo brownies per assumere persone”.

A creare il collegamento tra MamaLoes e l’esperienza americana della Greyston Bakery, è stato Jos Verhoeven, direttore della Start Foundation per lo sviluppo sociale.

Secondo Verhoeven questo sistema è il modo migliore per dare una possibilità a chi di norma viene scartato, come chi ha una fedina penale sporca ma vuole rimettersi in gioco o persone meno giovani che si trovano a dover cercare un nuovo lavoro.

“C’è anche un vantaggio per il datore di lavoro,” afferma Verhoeven: “Abbiamo a che fare con un mercato del lavoro ristretto, e in questo modo si entra in contatto con persone che altrimenti non conosceresti.”

Qual è la procedura da affrontare dopo l’assunzione? Per MamaLoes è abbastanza semplice.

Il processo di apprendimento dei nuovi arrivati ​​è lo stesso per tutti. Si parte dal magazzino e dal suo funzionamento, impilare e chiudere scatole è uno dei primissimi compiti da affrontare. Chi viene assunto ottiene un contratto di sei mesi a salario minimo e con orari flessibili, il tutto con possibilità di crescita all’interno dell’azienda.

MamaLoes guida le persone, attraverso la Start Foundation ed ha nominato un cosiddetto “life coach” per aiutare coloro che stanno lottando con problemi privati.

De Volder è positivo: “Ho visto solo persone motivate”.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!