The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

INTERNATIONAL

OPCW interviene nel caso di Navalny, “risultati imminenti”

Author: own work Source: Wiki License: CC 3.0

Giovedì, l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPAC) ha confermato l’invio di un gruppo di esperti in Germania, per raccogliere campioni dal leader dell’opposizione russa Alexei Navalny. I risultati del test per l’avvelenamento da Novichok – gas nervino prodotto nell’Unione Sovietica tra il 1970 e il 1990 – sarebbero “imminenti”.

Berlino ha formalmente richiesto la sua assistenza tecnica sul presunto avvelenamento di Navalny, secondo quanto riporta l’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche con sede all’Aia. Secondo l’Europa, che ha chiesto alla Russia di fare luce sull’incidente, l’oppositore del Cremlino, in cura all’ospedale di Berlino, è stato avvelenato con Novichok. Mosca però nega qualsiasi coinvolgimento

“Un team di esperti del segretariato tecnico ha raccolto in modo indipendente campioni biomedici dal signore Navalny da mandare a laboratori specifici designati dall’OPAC”, ha dichiarato l’organizzazione stessa.

I risultati delle analisi sono imminenti e saranno condivisi con le autorità tedesche.” Il direttore dell’OPCW  Fernando Arias, all’inizio di questo mese aveva espresso una grave preoccupazione per l’incidente di Navalny. 

La Germania aveva già dichiarato lunedì che i laboratori in Francia e Svezia avevano confermato la sua scoperta sull’uso della sostanza vietata per armi, ma che avrebbero atteso un’ulteriore valutazione da parte dell’OPCW. Il caso Navalny rischia di accendere nuove tensioni nell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche. 

La Germania potrebbe inoltre chiedere all’OPAC di utilizzare il suo mandato, acquisito di recente,  per attribuire la colpa degli attacchi chimici. La Russia e i suoi alleati si erano aspramente opposti al conferimento di tale potere. Infatti fino al 2018 l’OPAC era solo in grado di confermare o meno l’utilizzo delle armi chimiche. Con i nuovi poteri conferiti dagli Stati membri, ora l’organizzazione ha la facoltà di dichiarare anche da chi sono state impiegate.

Recentemente, anche la Gran Bretagna si è arruolata nell’OPAC per assistenza tecnica dopo che l’ex spia russa Sergei Skripal e la sua figlia sono stati avvelenati sempre con Novichok nella città di Salisbury nel 2018, ma questo prima che acquisisse i nuovi poteri conferiti dagli Stati Membri.