NL

NL

OMT: previsione diffusione del virus più sfavorevole del previsto. No a nuovi allentamenti misure

Le previsioni sullo sviluppo del Covid nei mesi autunnali e invernali sono più sfavorevoli di quanto si credesse in precedenza, scrive l’Outbreak Management Team (OMT) in un report pubblicato oggi: ecco perché non è saggio attuare un ulteriore allentamento a breve termine, afferma l’OMT nel rapporto.

“C’è un maggior grado di incertezza, che inoltre non esclude un forte aumento dei ricoveri ospedalieri e in terapia intensiva”, scrivono gli scienziati nei loro pareri.

L’OMT ricorda che dopo l’ultimo allentamento delle misure il 25 settembre, il numero di infezioni e ricoveri ospedalieri è aumentato in due settimane. Ecco perché il consiglio mette in guardia contro un nuovo rilassamento.

L’OMT si riunirà di nuovo il 29 ottobre, poco prima che il governo prenda una nuova decisione sulle restrizioni.

Se le attuali misure per il coronavirus verranno mantenute,  RIVM prevede che un massimo di 180 pazienti con coronavirus saranno in terapia intensiva a gennaio “con un’estensione fino a un massimo di 400”. Con un ulteriore allentamento delle misure e quindi un aumento dei contatti, questo può salire a un massimo di 500 con un’estensione a un massimo di 800 pazienti Covid in terapia intensiva.

 

SHARE

Altri articoli