200 arresti per assembramento non autorizzato hanno caratterizzato la quarta notte di tensioni a Schilderwijk, all’Aja. La morte del 42enni di Aruba Mitch Henriquez, avvenuta la scorsa domenica probabilmente per mano della polizia, è stata la scintilla che ha fatto scoppiare l’incendio tra agenti di Den Haag e i giovani locali figli di immigrati. I rapporti nel quartiere sono da sempre tesi; lo scorso anno, avevano attirato l’attenzione della stampa internazionale,  bandiere dell’IS viste sventolare ad alcuni cortei pro-Palestina.

La notte scorsa, il contenimento dei disordini è avvenuto con l’ausilio di un  massiccio dispiegamento di agenti ma anche con l’intervento di alcuni gruppi di volontari del quartiere. Per i prossimi giorni, annuncia il sindaco Jozias van Artsen, verrà esteso il divieto di assembramento istituito con ordinanza dopo gli scontri di lunedi