Trenta persone hanno rilasciato una dichiarazione su due episodi di estrema violenza sull’isola di Mallorca un mese fa, secondo quanto riferito dal pubblico ministero olandese.

L’OM afferma che persone provenienti da tutto il Paese hanno condiviso testimonianze e immagini del 14 luglio, che hanno provocato la morte di un uomo e il grave ferimento di un altro.

Finora sono state arrestate tre persone, dopo che il 27enne Carlo Heuvelman di Waddinxveen è morto in ospedale dopo essere stato ripetutamente preso a calci in testa. Si pensa che il suo amico sia stato aggredito in seguito. Due sospetti, un diciottenne e un diciannovenne di Hilversum, sono stati presentati in tribunale giovedì.

L’indagine, che avrebbe dovuto svolgersi sotto le autorità spagnole, è stata consegnata agli olandesi dopo le difficoltà nell’estradare i sospetti, che a quanto pare sono fuggiti dall’isola delle vacanze.

I pubblici ministeri olandesi hanno fatto appello a chiunque abbia informazioni e immagini di farsi avanti, chiamando lo 0900 8844, il numero anonimo 0800 7000 o caricando le prove tramite politie.nl.