La polizia ha arrestato un primo sospetto nel caso di omicidio a Maiorca il mese scorso: in manette è finito  un 19enne di Hilversum, dice NOS, sospettato di omicidio e anche di un tentato omicidio.

Il 19enne è accusato di aver preso a calci due vittime alla testa in due distinti incidenti a Maiorca la mattina presto del 14 luglio. Non si tratta, quindi, solo del 27enne Carlo Heuvelman di Waddinxveen, gravemente ferito quella notte e morto quattro giorni dopo ma anche di un seconda persona.

Il primo assalto è avvenuto nei pressi di un caffè e il secondo sul boulevard: esistono immagini delle telecamere di entrambe le colluttazioni e i testimoni hanno rilasciato dichiarazioni per entrambi gli incidenti. Secondo il Pubblico Ministero, questo ha portato al sospetto di due tentati omicidi.

Ci sarebbero anche immagini delle telecamere del secondo assalto al viale, ma quelle immagini non mostrano il momento in cui Heuvelman, questo il nome del 27enne deceduto, viene attaccato. La vittima nelle immagini che sono state ampiamente condivise su Internet non è Heuvelman, ma un suo amico, è la conclusione del Pubblico Ministero sulla base di una ricerca spagnola.

L’indagine è ancora in corso: il ruolo delle altre persone coinvolte è ancora in fase di analisi. La polizia sta cercando di stabilire la loro identità sulla base delle immagini e secondo il Pubblico Ministero, sono disponobili informazioni sulle altre parti coinvolte.

Sebbene molti passanti si siano già fatti avanti, la polizia sta ancora chiedendo ai testimoni di contattarli: con le dichiarazioni dei testimoni e le ulteriori immagini riprese dai passanti, la Procura spera di poter ricostruire chi ha fatto cosa e chi può essere ritenuto responsabile dell’aggressione mortale.

Da allora, undici olandesi hanno rilasciato una dichiarazione come testimoni. Otto di loro hanno sporto denuncia per essere stati aggrediti