Nuovi dettagli su Anouar T., un sospettato legato all’omicidio di Derk Wiersum, avvocato nel processo Marengo. I dettagli, rivelati in tribunale mercoledì pomeriggio con i pubblici ministeri, hanno rivelato parti di una conversazione intercettata che prova che T. fosse coinvolto nell’omicidio. Le informazioni sono pervenute dalla giornalista di AD, Yelle Tieleman, twittando dal vivo in aula. La corte venne a conoscenza delle conversazioni registrate, dell’arresto e di diversi veicoli rubati in seguito, perché le autorità costrinsero illegalmente l’imputato a sbloccare il suo telefono.

L’omicidio di Derk Wiersum

Wiersum, 44 anni, è stato ucciso nella mattina del 18 settembre mentre era in piedi accanto a sua moglie di fronte alla loro casa di Amsterdam. Padre di due figli, rappresentava Nabil B., un testimone chiave nel caso contro il boss Ridouan Taghi e il cosiddetto processo Marengo. Anouar T. è cugino di Taghi, ed è stato arrestato circa un mese prima che Taghi fosse catturato a Dubai a dicembre dopo anni di fuga.

Le indagini

Secondo il Pubblico Ministero, Anouar T. è entrato nella scena come sospettato dell’omicidio di Derk Wiersum, grazie ad una intercettazione usata in un’altra indagine a Utrecht. In una conversazione T. avrebbe detto: “Sono ricercato per l’omicidio dell’avvocato e devo scomparire per un po ‘. Il mio DNA è stato scoperto”, ha riferito AD. Si è giunti a questa conclusione a seguito di una trasmissione di Opsporing Verzocht a novembre, in cui la polizia ha rivelato al pubblico nuovi dettagli del caso e ha chiesto la loro assistenza. La polizia ha deciso di arrestarlo dopo aver dichiarato che sarebbe scomparso, ha affermato l’accusa.

Utilizzavano una Renault Megane rubata per sorvegliare Wiersum prima del suo omicidio, vista anche su telecamere di sicurezza intorno alla casa di T. nelle settimane precedenti all’omicidio, ha affermato il procuratore. Una settimana dopo l’omicidio è andato in Marocco, prima di tornare nei Paesi Bassi.

Una volta preso in custodia, l’accusa ha dichiarato di aver scoperto un garage vicino Utrecht usato dalla banda di T. per parcheggiare i veicoli rubati. Tre sono stati trovati in quelle zone con delle targhe false. Un procuratore ha dichiarato che un dispositivo portatile di localizzazione GPS in tempo reale e dei cellulari, inclusi i telefoni PGP noti per le loro funzionalità di crittografia, sono stati trovati durante un raid a casa sua.

In difesa, T. ha testimoniato di essere stato preso in custodia, minacciato con le armi e costretto a sbloccare il telefono mentre lo tenevano stretto. Ha affermato che gli agenti hanno afferrato la sua mano, premendo il pollice contro il lettore di impronte digitali. “Inaccettabile, oltre ad essere severamente vietato”, afferma T. secondo AD.

La richiesta di trasferire il caso

All’inizio della giornata, uno degli avvocati della difesa di T., Andre Seebregst, ha chiesto alla corte di trasferire il caso di omicidio lontano da Amsterdam per timore che la corte fosse troppo emotivamente colpita dall’omicidio. Nella sua richiesta, Seebregts ha fatto riferimento a una dichiarazione rilasciata dal tribunale di Amsterdam il giorno dell’omicidio. Ha dichiarato che i membri della corte erano scioccati dall’omicidio. Seebregts ha anche sottolineato che Wiersum ha lavorato soprattutto nella regione di Amsterdam.

Il Public Prosecution Service (OM) ha affermato che, oltre al tribunale di Amsterdam, molte più persone sono rimaste sconvolte per l’omicidio di Wiersum. Altri due sospettati sono in custodia, tuttavia le autorità non hanno dichiarato chi sia stato secondo loro a premere il grilletto. Nel frattempo, il processo Marengo ha continuato ad andare avanti dopo l’assassinio del consigliere Nabil B.

Mercoledì il procuratore ha dichiarato che potrebbero esserci ulteriori arresti in questa indagine. “Ci stiamo concentrando sull’esecutore dell’omicidio, sui complici e sul mandante,” ha affermato il procuratore.