Photo: Chiara Canale

La Polonia ha estradato nei Paesi Bassi un uomo sospettato di essere coinvolto nell’omicidio del giornalista Peter R. de Vries, dice NU. Il trentenne sospettato è arrivato in Olanda mercoledì sera ma non era presente all’udienza di giovedì.

Secondo il Pubblico Ministero, l’uomo ha aiutato con i preparativi per l’attentato che costò lo scorso anno, la vita al noto cronista olandese. Il sospetto viveva a Rotterdam nel momento dell’omicidio del giornalista e per Venerdì è prevista la comparsa davanti al giudice istruttore per le formalità di rito.

L’udienza del caso si terrà giovedì prossimo, presso il tribunale di Amsterdam e si tratta di una sessione preparatoria contro tre sospetti: il 27enne polacco Krystian M. e due olandesi di 26 e 27 anni.

Dopo l’omicidio vennero arrestati un uomo armato, l’esecutore materiale, e l’autista. A giugno i due, Delano G. (22) e Kamil E. (36), sono stati condannati all’ergastolo. L’inchiesta è stata, tuttavia, riaperta a seguito di nuovi elementi, tra i quali il ruolo di M.