La custodia cautelare dei due sospettati nell’attentato a Peter R. de Vries è stata estesa di novanta giorni. Lo ha deciso lunedì la Camera del Consiglio del tribunale di Amsterdam. G., originario di Rotterdam, è considerato il killer mentre E. avrebbe guidato l’auto in fuga.

I due uomini sono stati arrestati il ​​6 luglio con l’accusa di tentato omicidio ma ora, quell’accusa è stata convertita in omicidio volontario. I due sono sospettati anche di possesso di armi da fuoco.

Entrambi  sono sottoposti a restrizioni e quindi possono avere contatti solo con il loro avvocato, riferisce il Pubblico Ministero. L’indagine continua: dato che i sospetti sono soggetti a restrizioni, il pubblico ministero rimane riluttante a fornire informazioni sull’indagine.